gallery/anigiflavori

Chi sono?

Ciao a tutti. Brevemente mi presento.

Mi chiamo Antonio Luciani, sono nato in Libia, a Tigrinna (Garian), provincia di Tripoli, il 18 ottobre 1942.

e continue modifiche
gallery/anigif-attenzione
gallery/strettadimano

conosciamoci meglio...

Sono figlio di Fioravante (Fioretto) Luciani e Rosa Perilli, che purtroppo non ci sono più. Ho un fratello più piccolo, Umberto, anche lui nato a Tigrinna nel 1951. Sono sposato dal 1973 con Mariella e ho una splendida figlia, Daniela. ­­

gallery/09 - papà fiorettograndecornice
gallery/08 - antonio emammagrandecornice2

è stata assegnata una casa popolare ad Ascoli Piceno, città nella quale ho costruito la mia famiglia e continuo a vivere.

Sono diplomato Geometra, ma non ho mai esercitato. Il 9 luglio 1963, sono partito per il servizio militare, 15 mesi (tranne un paio di mesi al Distretto Militare di Alessandria) tutti a Casale Monferrato

Fino al 5 giugno 1953 ho vissuto in quell'oasi splendida di pace chiamata Tigrinna e la mia infanzia non poteva essere più bella. Poi le vicende della vita hanno cambiato un futuro che pensavo di vivere solo e soltanto nel mio splendido nido.­­

Il mio impatto con l'Italia è stato molto traumatico. Ci hanno sistemato alla bell'e meglio nel Campo Profughi di Altamura (BA) per 16 mesi, poi altri 9 mesi  al Campo Profughi di Servigliano (AP). In questi campi non è che ci trattassero in maniera esemplare: siamo stati sempre di peso per lo Stato Italiano, come se fosse stata colpa nostra il dover mendicare nel suolo patrio. Poi alla fine, 14 luglio 1955, ci hanno ­­

...e l'anno successivo è nata una splendida bambina, Daniela. Unica nostra figlia, ma non certo per nostra volontà.

Nel 1987 sono stato assunto dalla Amministrazione Provinciale di Ascoli Piceno, come Assistente Tecnico all'Istituto Tecnico Commerciale di Amandola (AP). Qui ho incominciato a mettere le mani sui primi computer, quelli che ancora lavoravano con i 2 floppy-disk (A:\ e B:\), uno per il sistema operativo (DOS o PCOS) e l'altro per eseguire il lavoro. Il disco rigido (C:\) ancora era di là da venire...

Erano i primi computer pioneristici. Non esistevano le finestre, le immagini. Tutte cose arrivate con Windows '95.­­

Il mio papà-eroe Fioretto Luciani quando stava a

El Alamein, durante la seconda guerra mondiale...­

Io con mia madre Rosa Perilli, in una foto fatta

dal fotografo a Garian, nel settembre del 1945...­

Monferrato. Un periodo della mia vita che a quei tempi, ho vissuto malvolentieri, ma che oggi (forse complice la nostalgia) ricordo con tenerezza. In quel mondo ci hanno insegnato a vivere, a essere padroni di noi stessi, a saperci gestire... insomma, tutto quello che serve per diventare "uomini". ­­

gallery/io militare a casalegcornice

Peccato che di quel periodo non abbia nessuna foto. L'unica è questa a lato, che mi ha mandato un carissimo amico di naja, Pierluigi  Roveda  di  Pavia (il 2° da sinistra nella foto), con cui mi sento ancora spesso con piacere.­­

gallery/matrinostrogcornice

A Casale Monferrato, in via Roma, davanti al bar "Roma"

il 2° da sin. è Pierluigi Roveda, io sono il penultimo, con il bicchiere

Finito il militare e ripresa la vita di "civile", dopo qualche anno e precisamente il 26 agosto 1973, mi sono sposato con Mariella, nel Santuario della Madonna dell'Ambro di Montefortino (AP). Come si può vedere, avevo qualche capello in più, erano più scuri e pesavo qualche chilo in meno... e anche mia moglie era più giovane... ­

gallery/conumbertogcornice

Il mio matrimonio al Santuario

della Madonna dell'Ambro a Montefortino (AP)

Io e mio fratello Umberto, il giorno del mio matrimonio, davanti

al Santuario della Madonna dell'Ambro a Montefortino (AP)