gallery/primogiornoscuola
gallery/scuolaviola
A quel tempo, forse, mancava la voglia di studiare, ma quanti ricordi di quel
tempo, belli o brutti, ora tornano nella nostra mente...
I compagni, la maestra, il bidello, i problemi con il pennino e la carta
assorbente e le "orecchie" ai quaderni...
gallery/elascuola2

La mia classe alle elementari a Tigrinna

QUELLA MATTINA... (il mio 1° giorno di scuola)
gallery/sfondotigrinna
QUELLA MATTINA... (il mio 1° giorno di scuola)

Quella mattina non mi sono alzato con piacere, anzi non avevo proprio voglia di alzarmi, visto che sarei dovuto andare per la prima volta a scuola. E infatti quello fu uno dei giorni più brutti della mia vita.

Io ero abituato al mio "nido". alla mia vita a casa, con mia madre... io e lei soltanto, perchè papà ancora non era tornato dalla fine della guerra e io ero abituato a stare sempre cuore a cuore con mia madre e non avevo mai vissuto da solo fuori di casa...

E così incominciai col dire che non mi sentivo bene, che avevo mal di pancia (cioè tutte le scuse dei bambini per non andare a scuola). Ma mia madre, irremovibile, a scuola mi portò!

Entriamo in aula e...terrore! panico! FIFA!... chi era la maestra? Una monaca!

Io ero terrorizzato dalle monache perchè  qualcuno mi aveva detto che rapivano i bambini e li nascondevano sotto le loro tonache enormi. E io che ero un credulone... Immaginate cosa potesse passarmi per la mente in quel momento?

 

Incominciai a piangere e urlare che volevo tornare a casa ma non ottenni niente. Alla fine mia madre se ne andò e piano piano mi sono rassegnato... ma sempre nel terrore.

Aggiungo un particolare: a me non piaceva il cognome Luciani perchè tutti i famigliari che avevo a Tigrinna, si chiamavano Perilli. E allora quando la maestra-suora mi chiese nome e cognome per il registro, io dissi di chiamarmi Perilli Antonio. E questa cosa durò per quasi 2 mesi, finchè non si scoprì e controvoglia dovetti riprendere il mio vero cognome.

All'uscita di scuola trovai mia madre che mi riaccompagnò a casa e mi traquillizzò. Però quella mattina non la ricordo con molto piacere... proprio no!

In alto da sin. la 6ª è Lina Di Carlo e ultimo a destra è il bidello Alfonso Martone

Gli altri cercherò di ricordarli con il vostro aiuto, piano piano....

Al centro da sin:: la 1ª è Luciana Albazzi, la 3ª è Ida Andreolli,

la 4ª è la maestra Madre Iole e la 5ª è Milvia Romanello

In basso da sin. il 1° è mio cugino Bruno Perilli, il 2° è Gabriele Polsoni,

il 3° è Giuseppe Bada, il 4° è Stefano Tenaglia, il 5° sono io (Antonio Luciani)

e il 6° è Alessandro Lucalzi

…ma oggi, malgrado tutto:  che nostalgia!!!

 

 

Antonio LUCIANI

gallery/classetigrinnag2
gallery/anigifpaginainlavorazioneok

Sottomenù:

gallery/mariaclassegcornice

da sin. 1ª fila: Donato Moretti, Antonio Giancristoforo, Franco Dorati, Francesco Moretti, Lorenzo Di Loreto, Antonio D'Angelo  

ds sin. 2ª fila: Rita Bevilacqua, Italia Giancristoforo, la maestra Maria Picardi, Gorizia Tupone, Fernanda Tassinari, Mirella Andreani  

da sin. 3ª fila: Eva Gallini, Maria Scaccia, Teresa Giorgi, Giovanna Fracassa, Antonietta Nasuti

Le classi 3ª, 4ª e 5ª - anno 1952-53
 
a Sgaief
a Sgaief